Una proposta per Catania per un modello da esportare: Il Coworking Cittadino

Una delle caratteristiche fondamentali del lavoro remoto è lo spostamento dell’ago della bilancia che ha dan lato il tempo dedicato al lavoro e dall’altra il tempo da dedicare alla vita privata, agli affetti, alle attività culturali e alla socialità.
La possibilita’ di lavorare al di fuori dell’ufficio ha portato il lavoro in zone della città dove storicamente è mancato, redistribuendo presenza, traffico veicolare, livelli di inquinamento atmosferico e consumi. In generale, al diminuire del cosiddetto “commuting” (cioe’ lo spostamento da e verso l’ufficio) aumenta la presenza dei lavoratori nelle zone di residenza, una rivoluzione che ha il potere di trasformare zone dormitorio in zone appetibili per le attività commerciali, di ridare vita a zone periferiche o vittima di narrative mortificanti.

i lavoratori remoti che non si recano in ufficio hanno la necessità di evadere l’ambiente domestico e trovare luoghi adatti allo svolgimento di attività professionali come i coworking anche in zone che sono lontane da quelle appetibili agli investitori privati. Garantire la presenza di simili luoghi in aree cittadine considerate svantaggiate rappresenta una reale possibilità, un regalo al quartiere che vede aumentare una presenza di cittadinanza sana, socialmente attiva e la disponibilità di luoghi in cui le iniziative culturali possono fiorire, beneficiando del work/life balance del lavoro remoto, del cambiamento della domanda e della volontà di restituzione al territorio che contraddistingue tanti lavoratori remoti.

Nel contesto del tavolo di coprogettazione, Remote Workers avanza la proposta (download qui) di realizzazione, in concerto con le altre associazioni partecipanti, della realizzazione di presidi territoriali denominati “Coworking Cittadini”, luoghi  in grado di soddisfare le inedite e moderne esigenze di una fetta di cittadinanza in rapida crescita: l’esercito dei lavoratori remoti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.