Remote Workers Catania Tools Remote Working – I tool che ti migliorano la vita secondo gli esperti

Remote Working – I tool che ti migliorano la vita secondo gli esperti

La community si è espressa: “Anna, vogliamo sapere quali sono i tool che mi rendono la vita più facile, quando lavoro da casa.”

Ed ecco che Anna vi lascia una breve lista dei migliori e più performanti su piazza.

Let’s get the party started!

DISCLAIMER: Posto che ci sono centinaia e centinaia di tool che puoi usare e consigliare, magari lasciandomi un bel commento qua sotto (e con la scusa ci facciamo un bella chiacchierata – che non guasta mai) io qui ti consiglio quelli con cui mi trovo meglio e che uso per la maggiore nella mia quotidianità. 

Per agevolare la lettura, li ho suddivisi per finalità. 

Gestione del progetto

Nessuno di noi lavora ad un solo progetto per volta. E quando si hanno più progetti che con più stakeholder, può essere difficile rimanere organizzati e in linea con il flow. 

Onde evitare di perdermi nel marasma di messaggi e canali vari ed eventuali, e per essere sempre aggiornati su quale sia lo stato di avanzamento dei lavori e delle altre attività del progetto, 

I principali tool di gestione dei progetti includono Trello, e monday.com, Asana. 

Comunicazione 

Informazione significa chat – o videochat.  

I migliori tool di comunicazione video in tempo reale includono Skype, e Zoom o Google Meet. Per la comunicazione scritta io prediligo Telegram. Sulla stessa scia WhatsApp. Sconsiglio i messaggi di testo – rischiate di passare per un call center.

Collaborazione

Quando più persone lavorano insieme su un compito, può essere quasi impossibile collaborare quando qualcuno lavora a distanza. Il software di collaborazione consente ai lavoratori remoti di contribuire ai file condivisi in modo che possano comunque lavorare con un team in tempo reale.

Tra gli strumenti di collaborazione più diffusi vi sono Google Drive, Microsoft Teams, e Slack

Per collegarsi da remoto in sicurezza

Tutto bellissimo e splendido come il sole di Giugno, ma un bel tool per proteggere  l’accesso remoto ai nostri computer di lavoro?

Non è un tool che uso in prima persona ma so che ha delle prestazioni molto alte.  

Non importa che sia Windows, Mac e Linux iOS, Android o Chromebook quello che fa al caso del vostro dispositivo è Splashtop.

E voi? Cosa ci suggerite? Fatemelo sapere con un commento.

1 thought on “Remote Working – I tool che ti migliorano la vita secondo gli esperti”

  1. Vincenzo Carbone ha detto:

    Grande Anna! Raccogliere idee, info, consigli, è sempre molto utile.
    Lato mio mi permetto di consigliare fortemente:

    1) videoconf: webex (di CISCO, fin quando è free è davvero eccezionale) e jitsi (https://meet.jit.si/), quest’ultimo è una ottima soluzione free per videoconf. Per altro proprio la community ospita il proprio server (https://meet.remoteworkers.it/) !

    2) accesso remoto: se si deve fare semplicemente accesso al proprio PC, si potrebbe usare gratuitamente Chrome Remote Desktop, onestamente Splashtop non mi piace ed anzi a livello aziendale ho scelto di abbandonare tutto ed usare SupRemo (http://supremocontrol.com/) che è un prodotto della Nanosystem, una software house italiana! Ha tanti -ma tanti- plus e per gli utenti “singoli” con circa 8eur/mese fai di tutto, paragonabile ai “premium” da 25-40$/mese e più !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *